Sicurezza: incontro Regioni-Ministero Lavoro: in vista un protocollo di collaborazione

Come annunciato ne giorni scorsi, si è svolto il 10 maggio, l’atteso confronto fra ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, e la Conferenza delle Regioni (a cui hanno partecipato anche Giuseppe Piegari dell’ispettorato del lavoro ed Ester Rotoli dell’Inail).

Le Regioni riportano alcune conclusioni e dichiarazioni rese, ed in particolare la necessità di agire su due versanti: rafforzare al massimo l’attività di prevenzione, quindi formazione, informazione, investimenti sulle tecnologia, coinvolgendo le parti sociali, e dall’altro dar luogo ad “un potenziamento dei controlli lavorando sulla banche dati e con un’intesa con le Regioni per un maggior coordinamento ed più efficacia, come riportato dallo stesso ministro nella video-intervista.

Con le Regioni, dunque, in vista un accordo per creare una sede di coordinamento e condivisione. Perché, dice il Ministro sulla sicurezza occorre “fare sempre di più perché per quanto si faccia, non è mai sufficiente.”

Il presidente della Regione Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, ha proposto di realizzare, entro la fine dell’anno, un nuovo protocollo tra Governo, Regioni e tutti i soggetti coinvolti nella sicurezza sul lavoro “perché si tratta di una battaglia di civiltà e si deve fare di più. Dobbiamo ridurre il rischio di infortuni sul lavoro se non peggio, quando avvengono troppe tragedie” ha riportato nella intervista realizzata a margine dell’incontro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*